Telecity

Telecity è una storica emittente televisiva privata del Piemonte. Trasmetteva da Castelletto d'Orba, dal "Lavagello" sulle frequenze del canale UHF 65. Successivamente si diffonde in Lombardia, Liguria e Valle d'Aosta. Ora trasmette con il logo e i programmi di 7 Gold, alternando perciò trasmissioni a carattere regionale con trasmissioni di interesse nazionale. Telecity nasce nel dicembre 1976 a Castelletto d'Orba, in provincia di Alessandria, da Radio City, con il nome di TeleRadioCity. 1976: la nascita di Telecity Piemonte. Telecity nasce nel dicembre 1976 a Castelletto d'Orba, in provincia di Alessandria, da Radio City, con il nome di TeleRadioCity. Fondata per iniziativa di Giorgio Tacchino, è una delle prime reti televisive, nel 1977, a trasmettere a colori. La prima sede dell'emittente è negli studi della maxidiscoteca "La Rotonda", in via Lavagello 31 a Castelletto d'Orba. Il bacino di utenza iniziale è il basso Piemonte. L'emittente propone film, telefilm, cartoni animati (tra cui la serie Jeeg Robot d'acciaio e Candy Candy), rubriche sportive come Flash sport, giochi, programmi per bambini, un telegiornale prevalentemente letto e musica di tutti i tipi, soprattutto disco e liscio. Molti sono i programmi musicali con i primi anonimi dj, che possono solo irradiare dischi in vinile o cassette e, nei casi più fortunati, i primi video musicali, come quelli dei Pink Floyd. Dal "Salone delle Feste", lo show che si ripete in diverse serate è condotto da Dino Crocco, il quale presenta anche da solo al mattino, anticipando lo stile dei programmi sul liscio di cui oggi abbondano le TV locali all'ora di pranzo. Crocco, infatti, diventa uno dei volti principali dell'emittente al punto che presenta sei trasmissioni serali in diretta alla settimana (Piano bar, Liscio o col ghiaccio, Il tombolotto, Liscio non ti lascio, Il giocolone e Caccia al campione, cinque ore di diretta con ospiti illustri allo sbaraglio e uno spogliarello finale che fa molto scalpore). Fra gli altri programmi di TeleRadioCity ci sono le rubriche Il mercatino e Il topoclub, quiz quest'ultimo condotto da Giusi Lercari con il leprotto Milcaro (alias Roberto Paravagna), lo spettacolo Viva la gente e Video show, programma di filmati musicali condotto a giorni alterni da Paolo Vignolo detto "Pappo" e da Giusi, Stiamo insieme stamattina, con Dede Vinci. L'emittente ripete anche Superclassifica Show (programma musicale in onda su molteplici televisioni locali), condotto da Maurizio Seymandi, È fortissimo, condotto da Sabina Ciuffini e Claudio Lippi, A tre passi dal successo, condotto da Gianfranco D'Angelo e Annamaria Rizzoli, Sulla carozzella di Augusto Martelli, Viva la domenica, con Enzo Baldon e Palma Agati, Cosa bolle in pentola e la rubrica erotica Sexy follie in onda in ore notturne. Un altro show di successo è Pigiama party, condotto da un certo Massi, per la regia di Beppe Recchia, un programma erotico ante-litteram anticipatore di Colpo grosso. Lavorano a Telecity anche Renzo Arbore, Patricia Pilchard, Barbara D'Urso, Meo Cavallero e Franco Dutto. Già nel corso del 1977 il bacino di utenza si allarga a tutto il Piemonte, a Genova e alla Liguria, con alcuni "sbordamenti" in Lombardia (si vede, seppur con molti puntini anche in alcune zone di Milano città), ricevibile sul canale UHF 38. 1978: la nascita di Telecity Liguria. L'emittente nasce nel maggio del 1978 come struttura autonoma della Telecity di Castelletto d'Orba. La sua prima sede è nei fondi della discoteca "Maddox", in via XII Ottobre a Genova. Proprio in questi studi "underground" vengono lanciati nel panorama televisivo personaggi come Corrado Tedeschi, Marco Predolin e tanti altri provenienti prevalentemente dal mondo radiofonico, stante anche il forte supporto di Radio City di Castelletto d'Orba, molto in auge a quei tempi. Nel gennaio 1979 l'emittente trasloca in un grandioso edificio presso un cinema-teatro abbandonato in via Trento 22/r, nella cui galleria vengono ricavati uffici, la sede della radio, regia, emissione, centraline e uno studio di ripresa. Anche nelle attrezzature tecniche Telecity Liguria fa un grande investimento: telecamere, mixer video, videoregistratori ampex, per un'immagine di "qualità Rai". Per la sede genovese dell'emittente passano notissimi personaggi del mondo dello spettacolo: Raffaele Pisu con Gran Bazar (televendita ante-litteram), Ric e Gian, Enrica Bonaccorti, Oreste Lionello, Luciano Salce, Maria Grazia Buccella e registi di provenienza Rai come Riccardo Valentini, Giancarlo Nicotra e Beppe Recchia. 1979: la nascita di Telecity Lombardia. Nel 1979, sulla scia del successo della sorella maggiore Telecity Piemonte di Castelletto d'Orba, nasce Trc Lombardia, ubicata ad Assago (alle porte di Milano) in via Einstein. Il programma cult di questo periodo è La prima volta che... con Ric e Gian, regia di Beppe Recchia. Alcuni personaggi come Walter Chiari, Christian De Sica, Claudio Lippi e Barbara D'Urso collaborano con l'emittente. Teleradiocity cambia nome in Telecity. All'inizio degli anni ottanta Telecity Piemonte e Telecity Lombardia, che avevano già proposto una programmazione analoga, anche se leggermente diversa in alcune fasce orarie, si uniscono con la consociata ligure per offrire un unico identico palinsesto veicolato dal canale UHF 55. Tra gli show in onda in quel periodo che vale la pena ricordare vi sono Il Citro, condotto da Massimo Citro, Citylandia, varietà pomeridiano dedicato ai bambini condotto da Dino Crocco e realizzato al Dancing "Lavagello" di Castelletto d'Orba, Anni Verdi, con Giusi Lercari e il Leprotto Milcaro, Smart, rubrica cinematografica a cura di Beppe Fiorito, il telefilm I Robinson - The Bill Cosby Show, le telenovelas Capricci e passione e Disperatamente tua con Amanda Gutierrez. A partire dal 1984 la rete aderisce al circuito "Euro TV". Il 25 giugno 1987, in occasione dei dieci anni dalla nascita, va in onda Buon compleanno Telecity, uno speciale presentato da Dino Crocco ed Enzo Baldon, che ripropone le migliori trasmissioni dell'emittente tramite immagini di repertorio. I canali UHF su cui trasmette Telecity negli anni successivi variano: 24 e 44 in Lombardia, 38 e 46 in Piemonte, 47 e 50 ad Alessandria e provincia, 57 in Liguria. Nel settembre 1987, insieme alle sorelle Telecity Liguria e Lombardia e ad altri canali, Telecity abbandona Euro TV (che diventa "Odeon TV") per dare vita a "Italia 7", diventando un'emittente ripetitrice di programmi irradiati in tutta Italia. Vengono trasmesse le serie animate I cinque samurai, Tartarughe Ninja, Il ritorno dei Cavalieri dello Zodiaco, Robotech, BraveStarr e Ken il guerriero, molte delle quali in prima assoluta per l'Italia, film e telefilm in prima visione (come il serial Falcon Crest), soap opera statunitensi al primo passaggio (I Ryan, Il tempo della nostra vita), eventi sportivi (all'interno del settimanale Italia 7 Sport) e soprattutto il celebre sexy-quiz Colpo grosso, condotto da Umberto Smaila, in onda in seconda serata. Nel 1988 viene inaugurato il nuovo centro di produzione di Milano, situato ad Assago in via Idiomi, dove, oltre a trovare posto la redazione del telegiornale lombardo, vengono registrati altri show locali che affiancano le produzioni di Castelletto d'Orba. Negli anni successivi vengono aperte le redazioni giornalistiche locali di Genova, situata in via di Francia, per l'informazione ligure, Torino, in corso Unione Sovietica, e Alessandria, in via Piacenza, per le rubriche e i notiziari piemontesi. Nel 1994, durante l'alluvione in provincia di Alessandria, Telecity trasmette un ciclo di reportage realizzati nei luoghi del disastro da Dino Crocco, in veste di giornalista, e destinati ad una trasmissione di servizio intitolata significativamente Per non dimenticare. In seguito a questa esperienza nasce l'idea di creare Tre minuti con…, una striscia quotidiana, contenuta nel Tg7 di Alessandria, affidata a Dino Crocco, il quale affronta problematiche del quotidiano e si fa portavoce della gente comune. Conclusasi l'irradiazione di Italia 7, nel 1999 l'editore di Telecity Giorgio Tacchino, con altri due editori (Giorgio Galante di Telepadova e Luigi Ferretti di Sestarete) fonda la syndication "Italia 7 Gold", che nel 2003 viene rinominata "7 Gold". Negli anni successivi varie televisioni private aderiscono al network 7 Gold, diffondendo il segnale gradualmente anche nel resto d'Italia. Telecity, la veneta Telepadova e l'emiliana Sestarete, alle quali si aggiunge la toscana TVR Teleitalia, diventano le principali TV di co-produzione del circuito. Il palinsesto è composto da film, telefilm, anime, rubriche sportive e d'intrattenimento. Con il nuovo millennio, il centro operativo di Assago viene ampliato: comprende cinque studi televisivi, quattro regie, tutte in tecnologia digitale, per dare il via a grandi produzioni a carattere sportivo come Diretta Stadio, approfondimento calcistico incentrato sulle partite di Serie A a cui lavoreranno, tra gli altri, i giornalisti sportivi Giorgio Micheletti, Mauro Bellugi, Pietro Anastasi, Giovanni Lodetti, Xavier Jacobelli e Fabio Santini. Ai programmi di 7 Gold si alternano spazi riservati a trasmissioni di interesse locale gestiti liberamente dalle singole emittenti. Telecity manda in onda, come di consueto, telegiornali e rubriche informative registrati negli studi di Torino, Alessandria e Castelletto d'Orba per il Piemonte e la Valle d'Aosta, negli studi di Genova per la Liguria e in quelli di Assago per la Lombardia, anche se, per poter contribuire alla realizzazione delle trasmissioni nazionali realizzate ad Assago, divenuta sede legale dell'azienda, le altre sedi perdono parte della loro "identità" locale, contando un minor numero di produzioni all'attivo. La sede amministrativa del consorzio, però, resta a Castelletto d'Orba, proprio dove tutto è iniziato e, dove continuano a vedere la luce molteplici varietà musicali, condotti dal veterano Dino Crocco, veicolati su Telestar. Lavorano a Telecity i conduttori Massimo Villa e Danilo Freri e i giornalisti Riccardo Revello, Fulvio Collovati, Emilio Bianchi e Roberto Poletti, a cui è affidata la rubrica quotidiana lombarda di approfondimento politico Aria Pulita. Successivamente il programma viene adattato e ritrasmesso anche nelle altre due regioni del gruppo con la conduzione assegnata ai giornalisti delle redazioni di Torino, dove il direttore è Ivano Patitucci e i principali conduttori sono Carla Ruffino e Roberto Monteriso, Alessandria, dove il ruolo di direttore spetta a Ketti Porceddu e i volti maggiormente noti sono Dede Vinci e Alessandra Dellacà, e Genova, a cui fa capo Marco Benvenuto. In Lombardia, dove la testata è diretta da Gabriele Politi, Poletti viene sostituito poi da Simona Arrigoni, coadiuvata da Roberto Villani e Michele Avola. Dal dicembre 2010 Telecity era disponibile anche attraverso la televisione satellitare, sulla frequenza 11541 verticale dei satelliti Hotbird, in modalità free to air e inclusa nella lista canali dei decoder ufficiali Tivùsat e in quella Sky Italia (al numero 838). Il 25 gennaio 2012, però, ha abbandonato la frequenza satellitare rimanendo visibile solo in digitale terrestre. Nel 2010 i programmi di Telecity 7 Gold e delle altre reti regionali collegate passano al digitale. Telecity 7 Gold prosegue la trasmissione dei programmi del circuito 7 Gold (Diretta Stadio, Il processo di Biscardi, Tg7 Sport e altri) e comprende nel suo palinsesto anche rubriche di servizio territoriali: il proprio tg regionale (due edizioni giornaliere in Piemonte e Liguria alle 12.30 e alle 19.00, e una in Lombardia alle 19.00) e una serie di programmi autoprodotti: Tg Salute, magazine di medicina; Aria pulita mattina, rassegna stampa e talk d'attualità con ospiti in studio, in onda dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 sotto la guida di Simona Arrigoni; Aria pulita, approfondimenti locali in programma alle 12.00 (ogni sede propone la propria versione - in Piemonte, poi, passata al nuovo canale Telecity 1) e la versione piemontese di Musica insieme poi rinominata Musica in allegria (precedentemente trasmessa da Telecity 1) che, in seguito alla scomparsa di Dino Crocco, continua ad essere guidata da Romina, e al suo fianco vi è il nuovo conduttore Maurizio Silvestri. Altre trasmissioni del periodo sono L'equilibrista, talk trasmesso in prima serata già dal 2007 su Italia 8 (nell'epoca "Milano+"), trasloca sulla rete madre nel 2011; Filo diretto, striscia quotidiana della durata di trenta minuti che dà voce ai telespettatori che possono intervenire in diretta per esprimere le problematiche sociali e urbane di tutti i giorni, in onda alle ore 12.00 in Piemonte e Liguria in sostituzione di Aria pulita (come per la rubrica che la precedeva, anche per Filo diretto ogni redazione ne realizza il proprio adattamento); Goal&Goal, notiziario calcistico a cadenza settimanale incentrato sulle squadre del Genoa e della Sampdoria, trasmesso solo in Liguria, curato da Marco Benvenuto. Dal 2012 al 2018 il gruppo televisivo è rimasto coinvolto nella crisi che ha travolto molte emittenti locali: di conseguenza, all'inizio del 2017 l'azienda ha annunciato settanta esuberi tra giornalisti, tecnici, operatori e impiegati distribuiti nelle cinque redazioni. A fronte di un processo di ristrutturazione sono state chiuse le sedi di Torino e Genova e ridimensionato il personale di Castelletto d'Orba, Milano e Alessandria. Quest'ultima redazione, sempre coordinata da Ketti Porceddu, dal settembre 2017 si occupa del Tg7 e di tutte le trasmissioni d'informazione che coprono le aree del Piemonte e della Liguria. Nonostante la riduzione dei siti, i dirigenti hanno esposto l'intenzione di mantenere in vita nei palinsesti gli spazi informativi per i cittadini e di avere in cantiere un nuovo progetto editoriale. Nella seconda metà degli anni ottanta nasce dapprima Telestar, e poi Italia 8, che da allora affiancano le produzioni di Telecity con un orientamento prevalentemente commerciale e di intrattenimento musicale. Entrambe hanno sede a Castelletto d'Orba, la prima diffonde le proprie trasmissioni in Piemonte, Lombardia e Liguria, la seconda, invece, solo in Piemonte e Lombardia. 

Tipo: generalista
Nomi precedenti: Tele Radio City (1976-1982), Telecity Italia 7 (1987-1999), Telecity Italia 7 Gold (1999-2003)
Data di lancio: 25 giugno 1977
Canali affiliati: Telestar, Italia 8
Editore: Telecity S.p.A. & Italia 7 Gold S.r.l.
Direttore: Giorgio Tacchino
Diffusione: Terrestre, Digitale DVB-T, UHF 51 ad Alessandria e provincia (LCN 10) - UHF 45 in Piemonte (LCN 10) e Lombardia (LCN 15) - UHF 24 e 51 in Liguria (LCN 14) - UHF 43 in Valle d'Aosta (LCN 12)