Rocky Joe

Rocky Joe è un anime giapponese, diviso in due serie. Racconta di Joe Yabuki, un orfano di carattere difficile, che il destino porta ad avere  una rissa con Danpei Tange, un vecchio pugile caduto in disgrazia e diventato un alcoolizzato. Quest'ultimo si accorge subito delle potenzialità di Joe e tenta di convincerlo a intraprendere la strada del pugilato e proponendosi come allenatore. Inizialmente restìo, Joe si convince ad accettare, se non altro per disporre di vitto e alloggio gratis da parte di Danpei, che per Joe riesce a raddrizzare la propria vita. Smette di bere e comincia a fare i lavori più duri pur di allenare e mantenere il ragazzo. Tuttavia il carattere di Joe lo porterà a finire presto in un carcere minorile, dove avverrà uno scontro con un certo Tooru Rikishi, promessa del pugilato che sta scontando la sua pena. In un incontro regolare e durissimo tra i due organizzato all'interno del carcere, che sembrava dominato da Rikishi, inaspettatamente si ha un doppio knockout per via di un violento colpo sferrato da Joe. I due, prometteranno di incontrarsi di nuovo fuori dal carcere in un incontro ufficiale, il che avverrà qualche tempo dopo, quando Joe avrà già disputato e vinto diversi incontri e si sarà guadagnata la fama di essere un pugile violento e brutale. Tuttavia, essendo Rikishi di tre categorie di peso superiore a Joe, si sottoporrà a un estenuante allenamento per arrivare a scontrarsi con Joe. A causa di questo, perderà molta potenza, ma nell'incontro vincerà per via della sua superiorità tecnica. Drammaticamente, quando Joe andrà a congratularsi con Rikishi per la vittoria, quest'ultimo morirà sotto gli occhi di Joe, a causa dei colpi ricevuti durante l'incontro. La morte di Rikishi avrà un terribile impatto su Joe, che smetterà di combattere e tornerà a vagabondare per le strade. Dopo circa un anno, Joe tornerà da Danpei, dichiarando di essere pronto per tornare sul ring. Effettivamente, Joe ricomincerà a vincere una serie di incontri, ma ben presto, sia lui che Danpei dovranno accettare il fatto che Joe non è più quello di prima. Infatti, non colpisce più gli avversari al volto. Un blocco psicologico dovuto alla morte di Rikishi, di cui Joe si sente responsabile per via di un colpo alla tempia. Poco dopo, Joe perderà per questo motivo tre incontri consecutivi e quando riuscirà a colpire alla testa un avversario, ciò lo farà vomitare sul ring e ne causerà la squalifica. Tempo dopo, Joe stringerà amicizia con il pugile Carlos Rivera, 6° al mondo, che gli consentirà di superare il suo blocco. In un incontro regolare che i due disputeranno, si verificherà un pareggio. Joe ne è rivitalizzato, a tal punto da arrivare a vincere e mantenere il titolo di campione asiatico. Ciò porterà il campione del mondo Josè Mendoza a sfidarlo. Joe accetta, ma ha un segreto che tiene per se... i colpi ricevuti hanno danneggiato il suo cervello e Joe soffre della cosiddetta "Sindrome del pugile ubriaco". Tuttavia, il fatto che Josè abbia sconfitto il suo amico Carlos Rivera in appena un minuto e mezzo, e che soprattutto questo abbia subìto gravi conseguenze, gli dà la forza per il match. L'incontro si rivelerà terribile... Mendoza colpisce Joe con tutte le sue forze, riesce a privarlo della vista da un occhio e nonostante tutto Joe va avanti e risponde colpo su colpo, finchè Mendoza non comincia ad aver paura di lui. Infatti Joe sembra quasi catatonico e pare agire automaticamente, senza un barlume di vita. Mendoza inizia a pensare che Joe sia morto. nonostante sia sul ring a incassare colpi e a rispondere. Al termine dell'incontro, Mendoza viene dichiarato vincitore, ma non è più lui. Tanta è la paura nei contronti di Joe, che i suoi capelli sono diventati tutti improvvisamente bianchi. Intanto Joe, seduto al suo angolo, muore serenamente con il sorriso sulle labbra, sapendo di aver dato tutto se stesso in quell'ultimo incontro.

Titolo originale: Ashita no Jō - Ashita no Jō II

Autore: Asao Takamori (1^ e 2^ serie), Tetsuya Chiba (1^ serie)
Regia: Osamu Dezaki (1^ e 2^ serie), Yoshiyuki Tomino, Noboru Ishiguro, Sōji Yoshikawa, Hideo Nishimaki, Kazunori Tanahashi, Norio Kitashima (1^ serie)
Soggetto: Shun'ichi Yukimuro, Tadaaki Yamazaki, Tsunehisa Itō, Tatsuo Tamura, Seiji Matsuoka, Haruya Yamazaki, Junichi Miyata
Char. design: Shingō Araki (1^ serie), Akio Sugino (1^ e 2^ serie), Akihiro Kanayama (1^ serie)
Musiche: Masao Yagi (1^ serie), Ichiro Araki (2^ serie)
Rete: Fuji TV (1^ serie), Nippon Television (2^ serie)
1ª TV: 1º aprile 1970 – 29 settembre 1971 (1^ serie), 1ª TV 13 ottobre 1980 – 31 agosto 1981 (1^ serie)
Episodi: 79 (1^ serie completa), 47 (2^ serie completa)
Aspect ratio: 4:3
Durata ep.: 24 min (1^ serie),  22 min (2^ serie)
Rete it.: Rete 4 (prima visione), Junior Tv, Italia Teen Television, Man-ga (1^ serie), Rete it. Italia 7 (prima visione), Junior Tv, Italia Teen Television, Man-ga (2^ serie) 
1ª TV it.: aprile 1982 (1^ serie) - 1991 (2^ serie) 
Episodi it.: 79 (1^ serie completa), 47 (2^ serie completa)
Durata ep. it.: 24 min (1^ serie),  22 min (2^ serie)
Studio doppiaggio it.: C.D. Cooperativa Doppiatori (1^ serie), TELECOLOR 2000 (2^ serie)

Personaggi e doppiatori

PersonaggioDoppiatore
'Rocky' Joe Yabuki
Mauro Gravina (1^ serie)
Riccardo Onorato (2^ serie)
Dampei (Danbei) Tange (1^ serie)
Frank Miller (Danbei Tange) 2^ serie)
Arturo Dominici (1^ serie)
Gino Pagnani (2^ serie)
Toru Riki (Toru Rikishi) (1^ serie)
Angelo Nicotra (1^ serie)
Yoko Shiraki (1^ serie)
Alex (Yoko) Shiraki (2^ serie)
Isabella Pasanisi (1^ serie)
Stefania Patruno (2^ serie)
Mine (1^ serie)Roberto Chevalier (1^ serie)
Mishi (Nishi) (1^ serie)Arturo Dominici (1^ serie)
Saki (1^ serie)Deddi Savagnone (1^ serie)
Josè Mendoza (2^ serie)
Saverio Moriones (2^ serie)
Max Ryan (2^ serie)
Fabrizio Pucci (2^ serie)
Dan Robertson (2^ serie)
Sergio Matteucci (2^ serie)
Michael Shiraki (2^ serie)
Riccardo Garrone (2^ serie)
Pinan Sarawaku (2^ serie)
Maurizio Reti (2^ serie)
Sugar Kyoshi (2^ serie)
Oliviero Dinelli (2^ serie)
William Slorin (2^ serie)
Giorgio Bandiera (2^ serie)
Igor (2^ serie)
Giuliano Santi (2^ serie)
Colonnello (2^ serie)
Giancarlo Padoan (2^ serie)
Giornalista (2^ serie)
Edoardo Nevola (2^ serie)
Mister Shot (2^ serie)
Sandro Pellegrini (2^ serie)
Robert (2^ serie)
Giorgio Locuratolo (2^ serie)

Sigla
"Rocky Joe", cantata dagli Amici di Joe (Oliver Onions) (1^ serie).
"Rocky Joe, il campione", cantata da Massimo Dorati (2^ serie).

Produzione: Mushi Productions, 1970/71 (1^ serie), TMS Tokyo Movie Shinsha, 1980/81 (2^ serie)

Indice cartoon