Premiatissima

Premiatissima è stato il primo varietà televisivo di successo della neonata Canale 5, l'alternativa al Fantastico della Rai. Lo show rappresentava il ritorno ad una competizione musicale, riprendendo la formula della celebre Canzonissima che era terminata nel 1974. Il programma era sponsorizzato dal detersivo Dixan che per anni legò il proprio nome a quello della trasmissione. La prima edizione ottenne un ottimo riscontro, per questo venne riproposta fino al 1986, per un totale di 5 edizioni. Dal punto di vista della tecnica audio visiva, il Magic Studio è stato uno dei primi esempi più interessanti di effetti speciali analogici nella televisione. Nei primi anni '80 la gestione Fininvest investì una decina di milioni di lire dell'epoca per acquistare un nuovo tipo di mixer video chiamato "Squeeze-Zoom". Questo apparecchio poteva fondere assieme varie sorgenti video, creando interessanti effetti speciali: era in grado di gestire il "picture in picture" cioè differenti riquadri video uno nell'altro oppure affiancarli, o ancora appiattirli o allungarli. La caratteristica interessante dello Squeeze-Zoom consisteva nella possibilità di simulare una "scenografia tridimensionale" modificando la geometria dei vari riquadri (uno per il pavimento, uno per il soffitto, due per le pareti eccetera) dando una prospettiva all'immagine invece del solito sfondo piatto dei Chroma Key dell'epoca. Questa macchina aveva anche la possibilità di modificare il segnale video con effetti speciali per le regie TV dell'epoca, era in grado di creare un effetto mosaico, poteva creare uno o infiniti doppioni speculari del segnale video ed era in grado di generare uno psichedelico "effetto scia" mantenendo impressionati nello schermo i fotogrammi precedenti. Miscelando il tutto alla tecnica televisiva del Chroma Key, si creava così negli studi di Premiatissima il "Magic Studio". Le immagini di scena di questo studio virtuale erano disegnate da due artisti spagnoli su appositi fogli di plastica polarizzata illuminata da luce tangente, dando così un interessante effetto moiré. Al regista Valerio Lazarov spettava il compito di rendere il tutto ancora più realistico predisponendo prospettive diverse del Magic studio per ognuna delle tre o più telecamere fisse che servivano alla realizzazione dei video clip.

Paese: Italia
Anno: 1982-1986
Genere: varietà
Durata: 120 min
Lingua originale: italiano
Conduttore: Claudio Cecchetto (1982) - Johnny Dorelli (1983-1986)
Regia: Davide Rampello e Valeriu Lazarov (1982) - Gino Landi (1983-1985) - Davide Rampello (1986)
Casa di produzione: Giorgio Carnevali
Rete televisiva: Canale 5

Indice programmi TV