Lascia o raddoppia?

Lascia o raddoppia? è stato uno dei più famosi programmi televisivi a quiz del primo canale della Rai, versione italiana del format francese Quitte ou double?, a sua volta derivato dal game show statunitense The $64,000 Question. La prima e più famosa edizione del programma, condotta da Mike Bongiorno, andò in onda a partire dal 26 novembre 1955 (dopo una puntata di presentazione trasmessa il 19 novembre) ogni sabato sera, alle ore 21:00, fino all'11 febbraio 1956 e ogni giovedì sera dal 16 febbraio 1956 al 16 luglio 1959, data di sospensione del programma; lo spostamento dal sabato al giovedì fu richiesto dai gestori dei locali pubblici che avevano visto assottigliarsi gli incassi, proprio per la serata considerata più lucrativa della settimana. Questa prima edizione andava in onda in diretta dallo Studio 3 della Fiera di Milano ed ebbe come mascotte un omino pensieroso (con tanto di ombra), per l'indecisione di lasciare o raddoppiare, disegnato da Ennio De Majo. Nel 1979, per celebrare i 20 anni dalla sua chiusura e le "nozze d'argento" della televisione italiana, fu proposta una riedizione del quiz: andò in onda dal 15 marzo al 26 luglio, sempre condotta da Mike Bongiorno affiancato dalla valletta Patricia Buffon, figlia di Edy Campagnoli. La vincita massima era di 20 milioni di lire (circa 59.500 euro del 2019) e la cabina dei concorrenti era ispirata alla forma di una capsula spaziale. La scenografia era una semplicissima parete azzurra a tinta unita, in modo tale che il regista Piero Turchetti potesse applicare l'allora innovativo effetto chroma key, di modo che, durante le domande, il concorrente sembrasse «volare» nel filmato riguardante la sua materia di competenza, navigando nella sua «capsula» .A differenza delle domande «secche» dell'edizione originale, in questa riedizione del programma i blocchi di domande sono perfettamente analoghi a quelli delle domande finali dei precedenti quiz Rischiatutto e Scommettiamo?, con la solita lettura preventiva di tutte le domande da parte di Mike e la rilettura al concorrente di una domanda per volta durante la fase delle risposte. Molto spesso i concorrenti si sono lamentati dell'eccessiva lunghezza delle domande e della lentezza con cui il conduttore le rileggeva durante il minuto a disposizione, dato che molti concorrenti hanno perso per aver fatto scadere il tempo pur sapendo tutte le risposte, e spessissimo si dava l'ultima risposta esatta negli ultimi secondi a disposizione. Nel 1989 venne proposta un'altra riedizione, condotta stavolta da Bruno Gambarotta con Lando Buzzanca e la partecipazione della showgirl Johara, in onda sempre il giovedì sera su Rai Uno dal 2 marzo 1989 al 29 giugno 1989, in concorrenza diretta con Telemike di Canale 5. Il premio massimo era di 300 milioni di lire ma anche questa volta il programma non ottenne gli ascolti sperati, suscitando diverse critiche; inoltre più volte vennero riammessi in gioco concorrenti eliminati per risposte ritenute erroneamente sbagliate da parte degli autori. Infine, nel 1990 (dal 22 gennaio al 27 aprile), fu prodotta una quarta edizione, condotta sempre da Bruno Gambarotta, ma questa volta affiancato da Giancarlo Magalli, il quale conduceva un gioco musicale (con l'ausilio di un'orchestra) perfettamente indipendente e con concorrenti diversi dal quiz «Lascia o raddoppia?» vero e proprio; il programma fu trasmesso con cadenza quotidiana dal lunedì al venerdì in orario preserale alle 18:40. Gambarotta e Magalli vennero affiancati a turno da 14 ragazze finaliste dell'edizione 1989 di Miss Italia. Il percorso del concorrente era analogo a quello della riedizione 1989, a parte la cifra iniziale (3.125.000 lire), il premio massimo (100 milioni di lire) e l'assenza della possibilità del jolly. Tutti i concorrenti della puntata, compresi quelli del gioco musicale, erano presentati all'inizio della trasmissione e attendevano il loro turno seduti su un divano. Quando un concorrente era chiamato da Gambarotta a giocare, si alzava dal divano e andava subito nella sua postazione, che consisteva, in tutte le puntate del percorso, in una mongolfiera che atterrava dall'alto, che era aperta e sprovvista di cuffie; ciononostante Gambarotta si ostinava a chiamarla «cabina». Il concorrente, diversamente dalle precedenti edizioni, dichiarava la sua scelta di «lasciare» o «raddoppiare» subito dopo essere entrato in «cabina», dalla quale usciva subito se diceva «lascio». Questa è anche l'unica edizione andata in onda dagli studi Rai di Torino.

Paese: Italia
Anno: 1955-1959
Genere: game show
Edizioni: 4
Durata: 120 min
Lingua originale: italiano
Conduttore: Mike Bongiorno
Regia: Romolo Siena (sostituito a volte da Carla Ragionieri, Eros Macchi e Gianfranco Bettetini)
Produttore: Rai
Rete televisiva: Programma Nazionale

Indice programmi TV