Settevoci

Settevoci è stato un varietà televisivo andato in onda la domenica pomeriggio sulla Rai dal 6 febbraio 1966 e condotto da Pippo Baudo. Era un quiz a carattere musicale dove in ogni puntata intervenivano, come ospiti, sette cantanti (da cui il titolo): due di essi erano agli inizi della carriera musicale e venivano giudicati dall'applausometro (un apparecchio che misurava l’intensità dei battiti delle mani, quantificandola da 1 a 100), quattro erano affermati e uno era celeberrimo (e non gareggiava). Ai quattro cantanti affermati, venivano abbinati quattro giovani che partecipavano al quiz rispondendo a domande sulla musica. Il pubblico decideva il vincitore. Gli autori del programma sono Sergio Paolini e Stelio Silvestri, la regia è affidata a Maria Maddalena Yon, l'orchestra è diretta dal Maestro Luciano Fineschi; le vallette sono Laila Rigazzi nella prima edizione, Giovanna Coprani che diventerà poi la moglie di Bruno Lauzi nella seconda, Margherita Boretti nella terza, Renata Lunari e Daniela Ghibli, che avrà anche una carriera come cantante e come attrice, nella quarta ed infine nell'ultima edizione Zaira Cavalleri. Secondo Aldo Grasso, fu "il primo trionfo" di Baudo, che si fece notare per le giacche sgargianti e il "fiuto da talent-scout". Il programma ha avuto grande successo in quanto vi partecipavano cantanti emergenti come Giusy Romeo (meglio conosciuta, successivamente, come Giuni Russo), Massimo Ranieri, Mario Tessuto, Orietta Berti, Al Bano, Mirna Doris, Armando Savini, Silvana Aliotta, Dominga, Lionello, Tina Polito, I Girasoli, Rossano, Marisa Sannia, Nancy Cuomo, Bruno Filippini e Giovanna. A dire di Fausto Leali, vi si cantava "rigorosamente in playback".

Paese: Italia
Anno: 1966 - 1970
Genere: varietà, talent show
Edizioni: 4
Durata: 120 min
Lingua originale: italiano
Conduttore: Pippo Baudo
Regia: Maddalena Yon, Beppe Recchia
Rete televisiva: Programma nazionale

Indice programmi TV