Bontà loro

Bontà loro - Incontri con i contemporanei è stato il primo talk show della televisione italiana, nato da un'idea di Angelo Guglielmi e condotto da Maurizio Costanzo, in onda su Rai 1 come programma di seconda serata tra il 1976 e il 1978 e nella fascia del primo pomeriggio tra il 2010 e il 2011. La prima puntata andò in onda, dallo Studio 11 della Rai, a Roma, alle 22,40 di lunedì 18 ottobre 1976, subito dopo il tradizionale appuntamento con Lunedì Film. La scenografia era essenziale: una finestra, un orologio a cucù, tre poltrone color aragosta e lo sgabello in metallo del conduttore. Costanzo, durante la sigla iniziale, si premurava di chiudere l'unica finestra, come per dire, metaforicamente, «tutto quello che diciamo rimane tra noi». I primi tre ospiti furono il regista Anton Giulio Majano, un idraulico e Annie Papa, che poche settimane prima aveva fatto scandalo al concorso di Miss Italia mostrandosi a seno nudo. Da allora seguirono due cicli del programma (il primo trasmesso in bianco e nero, il secondo a colori) con un totale di 63 puntate alle quali parteciparono 187 personaggi, illustri e non. La trasmissione andava in onda in diretta, in seconda serata, con qualche rarissima eccezione. Il 7 febbraio 1977, per esempio, il programma non fu trasmesso perché il palinsesto Rai era stato sconvolto dalle trasmissioni sullo scandalo Lockheed appena scoppiato, e la puntata del 14 febbraio, con Raimondo Vianello, Marta Marzotto e Piero Ottone, fu registrata qualche giorno prima. Dopo due stagioni, il programma chiuse i battenti nella primavera del 1978 per trasformarsi in altri due talk show simili: nel 1978-1979 Costanzo condusse Acquario e nel 1979-1980 Grand'Italia. Successivamente il conduttore (dopo lo scandalo della P2 nel 1981) passò a Retequattro creando il Maurizio Costanzo Show.

Paese: Italia
Anno: 1976-1978
Genere: talk show
Durata: 60 min
Lingua originale: italiano
Conduttore: Maurizio Costanzo
Regia: Paolo Gazzara
Rete televisiva: Rai 1

Indice programmi TV