5 stelle Sardegna

5 Stelle Sardegna è un'emittente televisiva regionale sarda che trasmette dalla città di Olbia. Nasce ad Olbia nel 1978 sotto il nome di Teleregione Sarda, con una copertura limitata alla sola parte orientale della provincia di Sassari (Gallura). Nell'ottobre 1985 acquista quasi interamente la rete di Canale 48, raggiungendo la copertura di tutto il Nord Sardegna, e cambia nome in Teleregione. Il 19 febbraio 1988 nasce il circuito nazionale Cinquestelle, e Teleregione vi aderisce fin dalla fondazione. Nel 1989 la proprietà rileva le frequenze appartenute all'emittente cagliaritana "Odeon TV" coprendo in questo modo le allora province di Cagliari ed Oristano. Mediante ulteriori e successive acquisizioni e nuove accensioni di frequenze, da Teleregione nacquero altre due emittenti a copertura regionale, Univideo e Odeon TV (in pratica resuscitarono il marchio della fallita TV cagliaritana, che nulla ebbe a che vedere con l'omonimo network nazionale), con l'intenzione di creare un polo televisivo del nord Sardegna come risposta a quello dell'editore Grauso (con base a Cagliari). Dal 28 giugno 1991 (fino alla primavera del 1997) anche Teleregione, così come le altre emittenti regionali italiane affiliate al circuito Cinquestelle, aderì al servizio di teletext Arianna: le pagine dalla 600 in poi erano gestite dalla syndication a livello nazionale (in collaborazione con Area e Colby), affittate a vari inserzionisti, mentre le restanti - gestite in questo caso dall'emittente olbiese - comprendevano informazioni di pubblica utilità, fra cui gli orari di partenza e arrivo in tempo reale dei voli Meridiana dagli aeroporti di Olbia - Costa Smeralda e di Alghero - Fertilia. Nel marzo 1994, Teleregione prese il nome della syndication a cui apparteneva, diventando Cinquestelle Sardegna; le sorelle Univideo e Odeon TV presero il nome, rispettivamente, di Teleregione e Univideo (portando alla scomparsa del marchio Odeon TV, che fu poi riutilizzato brevemente a metà anni 90 (fino al 1997) nel tentativo di non perdere la concessione della terza rete). Nel 2000, con la prima chiusura del network Cinquestelle, l'emittente ebbe un restyling nel palinsesto, nel logo e nel nome, acquisendo il nome definitivo di 5 Stelle Sardegna (nome che porta tuttora nonostante sia fuoriuscita da diversi anni dal circuito nazionale). Il gruppo, nel corso degli anni, ha ceduto la rete sorella Teleregione (alla fine di gennaio 2005) a Telecom Italia, per estendere la copertura nazionale sia di La7 che dell'allora primo multiplex DVB-T TIMB, oggi TIMB2) e l'ex Univideo (dalla fine di gennaio 2005 riutilizzata per diffondere Teleregione - allora legata al circuito Odeon - e nel giugno 2006 ceduta a La3 per un multiplex in DVB-H), mentre possiede tuttora l'emittente radiofonica olbiese Radio Internazionale. A partire dagli anni 2010, 5 Stelle Sardegna accusa forti difficoltà economiche: in conseguenza di ciò i dipendenti entrano inizialmente in cassa integrazione, e diversi rimangono del tutto senza reddito a fine 2013 a causa di ritardi nei pagamenti sia da parte dell'INPS sia da parte della società proprietaria dell'emittente. Questa situazione porta il personale a indire 3 giorni di sciopero nel luglio 2014, lamentando il disinteresse dell'editore Iervolino ad elaborare un vero piano di risposta alla crisi e la sua scarsa partecipazione alla gestione dell'emittente, da tempo abbandonata all'impegno non retribuito dei lavoratori. A fine novembre cinque giornalisti e tecnici posti in passato in cassa integrazione a zero ore vengono definitivamente licenziati. Fra il 17 dicembre 2014 e il 6 gennaio 2015 la programmazione dell'emittente viene nuovamente sospesa per motivi di protesta, e riprende dopo un parziale accordo sindacale per ricevere almeno una parte degli arretrati, mentre si cerca di ottenere il concordato preventivo per l'azienda editrice, al momento senza risultati. L'estate 2015 vede il licenziamento di gran parte del personale e la sospensione delle trasmissioni sia di 5 Stelle Sardegna sia di Radio Internazionale: solo la seconda viene riattivata a settembre, in attesa dell'udienza per il concordato preventivo fissata per ottobre. A fine agosto 2016 ľemittente risulta essere riattivata per trasmettere Radio Internazionale. L'emittente ha sede di trasmissione a Olbia, mentre in passato ha avuto una redazione a Sassari, Nuoro, Cagliari e Alghero. Ad oggi è una tra le emittenti sarde con maggiori ascolti e copertura del territorio regionale. La sua programmazione è basata in buona parte sull'informazione regionale, con un occhio di riguardo al nord Sardegna (Olbia, Sassari, Alghero, Nuoro), tenendo sempre una finestra aperta su Cagliari e la politica regionale. L'emittente è servita come trampolino di lancio a molti intrattenitori sardi, infatti a 5 Stelle Sardegna hanno lavorato Ambra Pintore (ora conduttrice di Sardegna Canta su Videolina), Luigi Pelazza (oggi inviato di punta del programma televisivo Le Iene), il quale conduceva dalla redazione di Alghero un programma sulla falsariga de Le Iene, chiamato I rompiscatole, e Paul Dessanti, il quale condusse le trasmissioni Paul Bar, e Die pro Die. Direttore dell'emittente dal 1992 è stato Giancarlo Zanoli che ha dato una veste sociale all'emittente con programmi e documentari che raccontavano il carcere e le comunità terapeutiche. Da qui ha mosso i primi passi anche Alessandra Addari poi volto noto di Videolina per la storica rubrica "Oggi al Mercato" che ha condotto per 20 anni. Ora Alessandra Addari è direttrice editoriale di Telecostasmeralda. 5 Stelle Sardegna produceva prima della crisi anche la trasmissione Stanza 101, talk show di politica, cronaca e costume a cura di Nardo Marino in collaborazione con Umberto Emanuele Ruggiu, e Checkpoint, trasmissione di approfondimento giornalistico sui fatti avvenuti in Gallura e nel nord Sardegna. L'emittente inoltre ritrasmette numerosi programmi ad interesse nazionale prodotti da emittenti locali di altre regioni.

Tipo: generalista
Nomi precedenti: Teleregione, Teleregione Sarda
Data di lancio: 1978
Formato: 4:3, 576i (SDTV)
Editore: Gianni Iervolino
Diffusione: Terrestre, Digitale DVB-T, UHF 30 in Sardegna, (LCN 11)